I’m a thinker, I could break it down / I’m a shooter, a drastic baby

Ore 2:20 ~ Post Corso di “Masteraggio” per Giochi di Ruolo. A casa dopo tre ore di insegnamento con delle persone con grandi potenziali (Oh, cavolo. Devo mandare una mail, un secondo… Fatto), un’altra fottuta cena al McDonald (cosa che mi ucciderà, quindi per un mese niente panini in quel postaccio) ed un lungo discorso con Igor, amico di vecchia data, eccomi di nuovo a casa.

Sono quì non perché devo sfogarmi, incredibilmente. Però vorrei raccontarvi alcune cose fuffa. Sono sicuro che apprezzerete… :3

Iniziamo dalla lezione di stasera. Beh, che dire? Ho visto degli ottimi momenti durante la sessione di prova di questa serata. I ragazzi rispondono bene (Oddio, non proprio tutti) ed il piano per recuperare più informazioni per il Boss su “una certa persona” è andata alla perfezione. Alla vero troll come solo una persona che frequenta il Dacav può essere. La supercazzola è stata lanciata, le informazioni sono arrivate senza fare una piega, nessuno si è accorto di nulla. E vorrei vedere, cazzo. Uno non finisce Metal Gear Solid 3: Snake Eater in European Extreme senza uccidere nessuno perché è una pippa, voglio dire, no?

A proposito. Che starà facendo il GODS? Sarà ancora là a recuperarsi da qualsivoglia crampo ai pollici delle mani a causa di Ninja Gaiden Σ 2?

Vabbeh, comunque… Ottima risposta, come dicevo, e, soprattutto, noto che seguono particolarmente quando forniamo dei consigli per quanto riguarda il gioco di ruolo e la sua gestione. Certo. Perché se voi, veri master, siete là e fate dei test per vedere se un giocatore riesce in qualcosa fate fare un sacco di tiri, no?

NO, CAZZO! NO! E dove siamo? Voglio dire, ragazzi. Il gioco è fatto per essere fluido e divertente da giocare per Master e Giocatori assieme, quindi se continuate a farli tirare finchè non falliscono o loro continuano a scassarvi la minchia finchè non riescono nel tiro che merda diventa? Uno dei metodi che ho trovato, magnifico, mi è stato fornito da “Burning Wheel”, il “[..] gioco di ruolo di narrazione che ammicca al crunch tradizionalista” [sic.], come lo ha definito un tizio a caso.

L’idea principale è questa: Fate fare un tiro ad un vostro giocatore, il quale… Beh, farà un certo valore (D20 like), farà un certo numero di successi (Burning Wheel, Exalted, Dice Pool Like), starà sotto una certa soglia (GURPS, etc.). Bene. Questo è la sua capacità per la situazione corrente, diamine. Finchè le condizioni non cambiano completamente non verrà fatto altro tiro. La cosa interessante è che, modificandosi leggermente le condizioni (Viene trovata una mappa, in caso di survival, la strada prima innevata è stata pulita, in caso di tracking) viene a modificarsi la soglia da raggiungere, oppure i modificatori condizionali al tiro, avvicinando i giocatori al successo o allontanandoli. L’idea viene dal fatto che la persona non cambia completamente modo di “vedere il mondo” in pochi minuti. Serve qualcosa di più. Pensate alla vita vera. Quando siete di fronte ad un problema e non riuscite a risolverlo, per quanto ci stiate davanti, se non avete qualche aiuto, se non viene qualcun’altro a darvi una mano, se non vi fate un giro… Non lo risolverete. È inutile, ragazzi. Questa meccanica riflette proprio questo comportamento della mente umana.

Un’altra cosa di cui si è discusso è “Ma quelli che organizzano i tornei di RPG… Che cazzo hanno in mente?”

La risposta è semplice: “Boh?” Voi siete mai stati ad un torneo di Giochi di Ruolo da tavolo? Io ero tutto eccitato le prime volte. Pensavo a come sarebbe stato magnifico confrontarsi con altri giocatori, a quali terribili enigmi mi avrebbero posto, a quali scene d’azione sarei dovuto sopravvivere (Sì, esatto, sono un grande fan delle scene d’azione ben fatte nei giochi di ruolo, secondo voi perché amo Exalted?), a quali personaggi con idee fighe mi avrebbero proposto.

Bene. Non è così. È tutta una merda. Questi stronzi pensano di più a come preparare uno showcase per gente che fa corsi teatrali, invece che a far giocare la gente. È più importante dimostrare di riuscire a fare a finta di piangere, piuttosto che mostrare competenza e capacità tattica. È più importante alzarsi in piedi e mimare le cose, impostare la voce, parlare come se si fosse nobili, ma con quella punta di uomo di strada che stuzzica la fantasia (XKCD, gente, ricordate?), che non dimostrare di essere là per il gioco. Alla fine, che accade? Che se hai fatto un corso di teatro puoi vincere, se sei uno che gioca 4 volte in settimana (tipo il sottoscritto) ti tocca sukare banane, sentendoti dire che “Hei, non prendertela, ma non hai seguito il personaggio”.

Come si fa a seguire un personaggio, a combattere in quello che crede, se quello che crede va completamente contro quello in cui credi te? Solo un ipocrita del cazzo può fare una cosa così. In “Burning Wheel” i personaggi vengono ricompensati per il raggiungimento di obiettivi che, però, vengono creati dal giocatore, non da qualcuno che pensa di sapere cosa sia importante per lui.

Volete un esempio? Ottimo:

Allora, c’è questa avventura da torneo dove il gruppo deve interpretare un party nella Terra di Mezzo formato da due uomini ed una donna. Ovviamente, ci dev’essere questo triangolo amoroso tra i tre, dove due stanno assieme, ma ci sono degli screzi temporanei, mentre il terzo è un amico della tipa che torna dopo un tot di tempo e lei prova ancora qualcosa per lui {aggiungere stronzate quì per rendere tutto più… Artistico}. L’idea è che questi tre debbano andare in fretta da un punto ad un altro della Terra di Mezzo per evitare una guerra o una cosa del genere, non ricordo, comunque è un problema Time Critic (Embedded RTOS, anyone?) dove, se non si fa in fretta, va tutto a puttane! Allora io ed il mio gruppo durante quella avventura siamo stati efficenti. Abbiamo tenuto le pippe mentali al minimo, visto che ci avevano detto di queste turbe sentimentali ma avevamo deciso che la salvezza dell’intero mondo aveva una priorità maggiore delle seghe mentali di tre cazzoni a caso. Alla fine ci hanno detto “No, bravi siete stati bravi, ma non avete interpretato bene le turbe amorose del gruppo.”

Tralasciamo la storia di come sono sbroccato a quel punto, comunque. L’idea è questa: se volete giocare a RPG… Cercate un gruppo, magari un’associazione, meglio, ma evitate come la peste i tornei se quello che volete fare è giocare!

Ma passiamo ad un’ultima cosa, rapida: questa sera ho discusso con Igor e sono stato contento di vedere che sembrava aver ritrovato la voglia di studiare all’università. Ero così giù a vederlo mentre non riusciva a seguire/fare esami… Vabbeh. Probabilmente ha un veleno che gli gira in corpo e non riesce a fare le cose interessanti senza essersene liberato. Vedremo come va.

 

Ed ora un’ultima cosa. Sapete cosa ADORO la notte? Stare fuori casa per una decina di minuti a fissare il cielo quando la Luna è piena ed illumina tutto. È un’esperienza magnifica, come se mi si venissero ricaricate le pile mentali. Immagino ci sia un discorso sul Chi per spiegare questo. O l’effetto Placebo, non ricordo😄 Mi ricordo che avevo iniziato ad adorare la Luna piena quando, una sera, distrutto, sono tornato a casa e, guardando in cielo, l’avevo vista oltre uno strato di nuvole molto molto sottili, che formavano, più che una nebbia, delle onde nel cielo. Come guardare un mare da terra su nel cielo. Magnifico. È per questo che adesso mi fermo un attimo a fissare il cielo di sera, soprattutto se è terso.

Ed, a proposito di questo: Un corso serio

Notte, guise, ora vado a svenire che domani devo andare a studiare!

Pubblicato il gennaio 20, 2011, in Ramblings con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: