The night after the battle…

Ore 22:37 ~ Perchè sono quì con uno dei drink peggiori della storia a scrivere sul Blog invece che a godermi la serata?

Beh, per inciso, scrivere mi piace, non è che la ritanga un’attività che ti fa sprecare la giornata, però sono giorni che vorrei giocare a videogames, perchè non sono là? Beh, la storia è un po’ lunga…

Una foto del setup di stasera: Drink da Quattro soldi e laptop che scalda come una puttana.

...quasi quanto è fuffa.

Intanto sto ascoltando, difatto, dell’ottima muisca, quindi questo mi tira su di morale in maniera particolare, però io non sono giù, sono solo… Provate un po’ ad indovinare?

Esatto. Incazzato come una biscia.

È tutto iniziato come una serata normale nella quale sono a casa senza Enzo e Luisa. Questo significa che posso usare il setup Hi-Fi in soggiorno per giocare con l’XBOX. E questo è quello che ho fatto. Sposto la console, seleziono l’array di giochi per la serata, in caso mi annoi di giocare ad uno solo e mi preparo ad una serata di ottimi giochi.

Una foto delle scatole di “Ninja Gaiden 2”, “Deathsmiles Deluxe Edition”, “Blazblue: Continuum Shift” e “Armored Core: For Answer”

Una serie di giochini facili facili

Come sapete a me piacciono particolarmente i giochi di una certa facilità, non so come mai, ma finisco sempre a giocare a giochi così. Mi viene naturale. Non ve ne continuerei a parlare se non fosse così, non pensiate che lo faccio per tirarmela. Cosa ci guadagnerei, seriamente?

Comunque inizio con Armored Core: For Answer, e devo dire che, su quel piano, è andato tutto liscio.

Ho passato trenta minuti a fixare il mio NEXT per arrivare ad una configurazione ottimale anti Armored Fortress: alta velocità, armi ad alto potenziale anche se con poche munizioni, bilanciamento perfetto del veicolo, ecc. ecc. Dopo, in una decina di minuti, ho tirato giù un veicolo piccolino: lo “Spirit of Motherwill”

Un'immagine tratta da Armored Core: For Answer

Di cui abbiamo quì una diapositiva. Io non avevo quel NEXT, altrimenti avrei vinto in meno di dieci minuti, ve lo assicuro.

Tutto a posto, perciò mi sono detto: “Ok, non più di quaranta minuti di Armored Core ed un Armored Fortress. Giochiamo ad altro.” E allora sono passato a giocare ad Outland: il gioco di cui farò una recensione, perchè è come Ikaruga plataform, ma senza Ikaruga. Incredibile come siano riusciti a sbagliare una cosa che era già stata fatta. ¯\(°_o)/¯

Fatto sta che uccido un altro Bauss, mi danno la possibilità di teletrasportarmi in giro, torno indietro perchè mi ricordavo di aver lasciato una parte nella quale non potevo accedere. La esploro. Un casino di tempo per arrivare in fondo, finchè non arrivo ad un punto dove mi dicono “Eh, scusa, ma guarda che non hai un poteruncolo per tirare giù questa parete. Torna fra qualche ora di gioco.”

MA FERMAMI PRIMA, NO?!?

E già quì la Rage è iniziata a montare.

Allora che faccio? Spengo il gioco e ne faccio un altro.

Una foto della schermata d'inizio di Bangai-O HD: Missile Fury

Devo spiegarvi che gioco è?

Pensate un po’? Venti minuti e non sono riuscito a passare l’undicesimo livello. A questo punto che fa l’Hardcore gamer?

RAGE QUIT!

E io gioco a Gradius e giochi così, quindi posso considerarmi un Hardcore Gamer.

Decido per una pausa, questo significa: farsi un Mojitomminchia, guardarsi qualche ottimo anime, tornare a giocare.

Prendo il ghiaccio, prendo un tumbler, prendo la menta, la pulisco, la metto nel bicchiere, la pesto, ci metto il ghiaccio, apro il frigo e…

Foto di un tumbler con Rhum, Ghiaccio e menta

Incoming Shitstorm

…FUCK!

Dov’è finita quella lattina di Mojito-Soda che ho visto stamattina?!? Vabbeh, dovrò trovare una soluzione, intanto guardiamo nel freezer, magari c’è qualche soluzione o qualche ottimo gelato da mangiucchiarsi…

Una foto del mio Freezer: gelati al pistacchio dovunque!

FUCKING MAGNUM AL PISTACCHIO?!?

MAGNUM, Y U NO ALLA CREMA?!?

In uno scatto d’ira prendo del Tea (o Tè?) al limone della Twinings, lo verso nel rhum e porto l’XBOX in camera. Decido di mettermi a scrivere sul Blog, per poi guardarmi anime. Mi siedo ed inizio a pensare a che diavolo scrivere, oltre alla rage e che trovo?

Jazzinghen VS Karoku

MFW Karoku.

Oh, avevo promesso una cosa del genere! Vabbeh, allora vediamo di fare una recensione di un manga.

“Karoku: La quarta discendente di Hattori Hanzo” – di Kanetamaru. Pubblicato dalla GP Publishing, 5.90€

Copertina di Karoku

La copertina di Karoku, un manga che si prevede di un banale della minchia.

Intanto questa recensione deve iniziare con del background:

Perchè uno come il signor Jazzinghen dovrebbe avere un manga che sembra uno shoujo nella sua libreria?

Eh. Non lo so. Seriamente. Vorrei che qualcuno me lo spiegasse. Lo devo aver comprato per sbaglio un giorno assieme ad un altro fumetto che fa sicuramente cagare. Ma questa è un’altra storia.

Diciamo che un giorno me lo sono trovato in camera. Diciamo anche che non l’ho ancora letto. Datemi un secondo che ne leggo almeno la prima metà.

Hm, dunque… Periodo Edo (1603), dopo quella figata dell’epoca Sengoku, blah blah blah, Shinobi, blah blah blah, tizio che ammazza passante a random per informazioni su ragazzino (Che probabilmente è il nostro co-protagonista), blah blah blah, cameriera che vince alle sfide di “Chi mangia più {Inserire qualche pietanza quì}”, blah blah blah, il ragazzino ha rubato un qualche libro contabile pieno di movimenti illeciti, blah blah, il co-protagonista è un tutore della legge, blah blah, arriva un ninja cattivissimo, blah blah, botte, veleni, arriva la cameriera, blah, è la tizia in copertina, solo che ha un qualche tipo di…

EH?

Organismo che le fa da vestiti? Aspetta aspetta…

Un'illustrazione di Bayonetta disegnata da Homare (Fool's Art))

...Naah.

Vabbeh, botte, blah blah… Alla fine rimane nuda, ha picchiato il ninja cattivo, il quale le dice, prima di morire “Non siamo fossili di Sengoku…”

Hm.

Ma sapete che potrebbe essere bello come manga? Dovrei leggerlo meglio. Cazzo, mi hanno tolto anche la possibilità di essere incazzato per questo manga.

Ed è iniziato il climax di Heart Of Courage, dei Two Steps From Hell, senza che io l’avessi calibrato.

E lo sapete cosa? Questo drink non è venuto fuori proprio prioprio di merda. È anche buono.

Cazzo. Ora torno sull’XBOX e faccio quel cazzo di livello.

Penso che questo voglia dire Hardcore Gamer. Prendere un gioco difficile e trovare il divertente battere i livelli.

Buona serata, e buona sfida. Andate e sconfiggete il vostro Bangai-O, che a questo ci penso io.

Update. Di fatto avevo intenzione anche di mostrare un’altra cosa che ieri mi aveva fatto incazzare, però, preso dalla rage, mi sono dimenticato di aggiungerla…

Uno screenshot del mio PC che mostra JoliOS per Chrome in azione

Click, click, click, click!

FUCKING JOLIOS, perchè non mi permetti di navigare Internet, PERCHÈ?!?

Pubblicato il maggio 25, 2011, in Jazzinghen vs. Videogames, La Storia Vera, Manga con tag , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. Ma ammesso che il web browser funzioni nel web browser (yo dawg!), secondo te la policy corretta per quanto riguarda l’indirizzo IP del client dovrebbe essere il tuo indirizzo o l’indirizzo del server che ti fa lanciare il browser?

  2. In verità non ho molto da dire sul tuo delirio serale se non… nella foto si vede il mio pinguino!!

  1. Pingback: Saltando la parte noiosa « NightCrawlers – Jazzinghen's Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: