[Day Striders] Maru~!

Ore 17:44 ~ Sviluppa il tema “Ma perchè minchia mi metto a scrivere adesso che tra poco ce ne andremo?” in 10 righe o meno

Risposta:

Perchè così poi vado avanti a casa. :3

E, insomma…

Perchè sto guardando un anime che sembra banale alla follia?

Intanto ricordiamo il titolo del suddetto anime:

Rinne no Lagrange ~ Flower Declaration of your Heart

No, veramente.

Intanto: ma quanto è figa la siglia iniziale, sul serio? Certo, la canzone è banale, ma lo stile grafico ne sa a pacchi.

Ma torniamo a bomba sul topic di questo articolo, ovvero: perchè al Signor Jazzinghen, ultimamente, sembrano piacere sempre più anime banali? Bella domanda, intanto. Perchè non scrivete un BLOG voi?

In realtà questa domanda non è venuta da nessuno in generale, è più una cosa che sto chiedendo a me stesso nell’ultimo periodo. Prendiamo ad esempio “Rinne no Lagrange”, appunto, che è una serie che sta uscendo in questi giorni. Come avrete potuto leggere nel BLOG di qualcuno di nostra conoscenza (e come avrete potuto notare dallo screenshot che ho postato all’inizio di questo articolo), la serie sembra essere particolarmente banale. Alla fine quante volte abbiamo visto delle ragazze che salgono su un mecha della leggenda per combattere degli alieni?

Mh. Ragazze? No, ok, scusate, non mi viene in mente niente ma non sono mai stato un fan degli anime di mecha… Ah, no, aspettate. In “Burst Angels”. Ma la tizia era addestrata, no? Comunque sono sicuro, sul serio, che ce ne siano degli altri. E se non è una ragazza è un ragazzo. E non sto quì a farla passare liscia agli autori solo perchè hanno cambiato sesso al protagonista.

Ah, sì, vorrei farvi capire che non sto difendendo la scelta degli autori in nessun modo. Non ho modo di mettere a parole il mio tono di voce.

La scelta è banale. Anche altre cose della storia, per ora sono banali. Figuratevi che anche la parte del “Mioddio, se usi la versione mecha del veicolo rischi (solo te) cose pericolosissime perchè… {profezia}” è diventata banale dopo “Puella Madoka Magica” (Anche se lì la storia era differente ed erano contratti e BLAH).

Però l’anime le sta presentando, per ora, in maniera differente.

E, secondo me, sono molti i dettagli che rendono speciale (non ai livelli di “Fate/Zero”, “Bakemonogatari” o altri, ma almeno da distaccarsi dalla massa). Vediamoli assieme:

Primo: Combattimento Urban-Safe

Madoka (OH, WAIT) combatte per proteggere la sua città. Eh, che banale. Sì, ovvio. Posso capirla, ma la scelta è vista e rivista. Solo che in tutti gli anime che ho guardato a NESSUNO frega una sega di dove atterrano nella città durante il combattimento. Pensateci un po’ su. Cosa accade ad un palazzo quando un mecha di 30 metri mette i suoi piedini leggiadri sul suo tetto?

Esatto. Non servono degli esperti d’ingegneria per capire che non ne rimane molto. Eppure ogni volta che in un anime si combatte non ci sono problemi, per il pilota del mecha che deve proteggere qualsivoglia locazione, nel distruggere tutto, saltare in giro, lanciare i nemici contro i palazzi.

In Rinne no Lagrange è differente. È un concetto che ho usato anche io nel NaNoWriMo che ho scritto a Novembre (2011): il team usa un mecha piccolo per combattere per le strade più grandi, ma non può spaccare tutto, altrimenti che utilità ha combattere per la città? Per non parlare del fatto che loro dovevano stare sotto una soglia di danni per far pagare all’assicurazione.

E, infatti, vediamo che mentre Madoka viene lanciata tenta di volare su un lotto vuoto...

...oppure su un negozio senza gente in modo da non rischiare di fare male a nessuno.

Ora, sapete che non sono uno che si preoccupa dei danni su vasta scala. Però bisogna differenziare. O parliamo di un anime ignorante come la morte, oppure lo facciamo studiato, dove la ragazza è interessata a proteggere la città e gli abitanti. Ognuno di essi, non solo i tre tizi con un nome.

Tipo Così...

Oppure...

...così.

O ancora

In questa

Maniera.

Altrimenti abbiamo degli esempi dall'Epoca Sengoku...

L'anima di Yukimura

Brucia più del laser

Bene. Ho anche messo troppi esempi per la prima parte, visto che non avrò molto per il resto😄

Secondo:

Ma dove cazzo trovate una cosa del genere se non nel secondo anime di Mecha più bello di sempre?

MMMMMMECHA BASEBALL con un semaforo usando una macchinetta per gli snack come palla!😀

L’altro anime di cui parlo?

FLCL, naturalmente.

Visto? È stato facile!

Terzo:

Non che mi dispiaccia, ma le eroine in mecha degli anime, normalmente, hanno uno stile sempre impeccabile. Increbile, vero?

Lo stile di Madoka ha un fascino tutto suo, ma sicuramente non è da stilista.

Devi picchiare gente e sudare (Sweat Club!)? Meglio non avere capelli tra le palle.

Quanto ti capisco.

Quarto (Se non contiamo la magnifica sigla, ed allora è quinto):

Ultima cosa (ma non ultima):

YURI GOGGLES ARE ON!

Oh, come on, non ditemi che non ve lo aspettavate!😀

Ed ora che ci penso, in realtà…

Manca l’ultima cosa

MARU~!

C’è una TAG su AniDB.net per questo: “Overly Cute Catchphrase” ed io non potrei essere meno d’accordo.

Quindi, ecco. Io, fossi in voi, guarderei questa serie, perchè mi sta piacendo.

Pubblicato il gennaio 30, 2012, in Anime con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 5 commenti.

  1. Marui, Jazz, MA-RU-I.
    Con la ‘i’ alla fine (scritto 丸い), perché è un aggettivo in ‘i’, che in giapponese si distinguono dagli aggettivi in ‘na’ (e si coniugano in modo diverso – si, in giapponese gli aggettivi vanno coniugati).
    Significa più che altro “circolare”, “sferico”, ma anche “armonioso” per sottolineare la semplice perfezione del cerchio (da cui il gesto della protagonista).

    – Fine della non-richiesta lezioncina di giapponese –

    Detto questo: la scena del mecha-baseball mi ha fatto ridere come un’idiota. Esaltante!

    • Ah, cavolo. Io pensavo fosse una cosa come “Maru” → “Cerchio”.
      Provvederò a correggere i vari articoli.
      Inoltre il tuo articolo mi ha fatto tornare in mente una delle cose di cui avevo preso degli snapshot e poi non li ho messi.

    • Tra l’altro. Sì, la scena del mecha-baseball aveva anche tutta la canzoncina intorno. Proprio figa. Non sarà da anime serioso, però ogni tanto ci vuole.

  2. “Solo che in tutti gli anime che ho guardato a NESSUNO frega una sega di dove atterrano nella città durante il combattimento.”

    Evidentemente non hai visto Yūsha Ō GaoGaiGā (The King of Braves GaoGaiGar), magnifico anime di mecha dove, tramite un cacciavite gigante, l’eroe produce una distorsione spaziale che “comprime” temporaneamente parte della citta’, creando un cratere dove si puo’ combattere senza piu’ preoccuparsi dei danni collaterali.

    • Sì, esatto.😄 Non l’ho guardato.
      Beh, allora anche in… Era “X” delle CLAMP, dove potevano evocare uno spazio di forme strane e, una volta finito il combattimento, la città tornava come prima?
      Comunque, normalmente, se ci pensi, non lo fanno. Semplicemente saltano in giro a cazzo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: