Archivi Blog

Another Night, Another Report

Ore 00:44 ~ Settimane che non scrivo più nulla, ed ora torno per dire cosa? Puttanate, probabilmente. In realtà volevo soltanto scrivere due cazzatine prima di tornare alla mia serata di scrittura, plottaggio, GIMP (Macazz…), ecc.

Prima di scrivere quello che volevo scrivere beccatevi uno di quei soliti screenshots che vi piacciono tanto…

Screenshot sello stato del computer di Jazzinghen.

LaTeX, Scicos, GIMP! Cazzo, ragazzi, se ne esco vivo mi dovete fare santo.

Leggi il resto di questa voce

[Day Striders] Hipster Jazzinghen

Molti, molti anni fa, nell’arcipelago di Horai, ormai perduto a causa di traduzioni sbagliate e governi che vogliono nasconderne l’esistenza, una tizia, scavando in qualche rovina, trovò un oggetto chiamato “il Potere degli Dei”. Grazie a questo la tizia, che accidentalmente era il capo di questa nazione, iniziò a creare dei veicoli volanti coi quali conquistare le nazioni vicine. Siccome a non tutti andava bene questa cosa (perchè vabbeh la conquista del mondo, ma se sei uno di quelli cha vanno conquistati potrebbe un po’ bruciarti il culo) nacque una federazione di stati liberi, il Tenkaku . Uno dei combattenti del Tenkaku, Shinra, durante un combattimento contro le forze di Horai, venne abbattuto, ma riuscì a salvarsi all’ultimo momento, finendo in un villaggettino di gente che voleva che la guerra finisse.

Quì due ingegneri avevano progettato un veivolo per sconfiggere Horai e decisero che Shinra sarebbe stato il suo pilota. Nello stesso villaggio una ragazza di Horai, Kagari, sconfitta da Shinra, capì che ciò che stava facendo il suo governo era sbagliato e quindi decise di unirsi a lui nell’impresa, utilizzando il proprio veivolo, modificato apposta per avere le stesse potenzialità di quello di Shinra.

Appena i due veivoli vennero lanciati dalla base di lancio denominata “Spada di Acala”, inizò la storia di Shinra e Kagari.

Anzi, quella di Ikaruga e Ginkei.

Immagine rappresentante Shinra & Kagari di Ikgaruga

Shinra & Kagari non erano veramente COSÌ fighi XD

Leggi il resto di questa voce

Quando uno pensa grafica…

…pensa ad un’applicazione intuitiva, facile da usare, rapido, che ti permette di fare delle figate in poco tempo, con strumenti non invasivi e, soprattutto, che non ti odiano.

Fondamentalmente quando uno pensa grafica, pensa Photoshop.

GIÀ, Dacav, Photoshop, cazzo. Sapete, sono uno che fa grafica da anni, ormai. Quando avevo 19 anni facevo da impaginatore di riserva per AnomaliE, la rivista dell’associazione. Mai bravo quanto Luber, sappiatelo, ma quando c’era da lavorare fino alle 3 con delle persone che richiedevano precisione ed ottimi risultati, beh, ero là. E non riuscirei mai ad immaginarmi mentre lo faccio con GIMP. Lasciando perdere il discorso “GIMP non supporta Out-Of-The-Box il modello di colorazione CMYK, ma solo attraverso un Plug-In che fa cagare”, perchè è una causa persa, visto che quelli che fanno GIMP non sembrano intenzionati ad aggiungere questa feature.

Ma perchè questa RAGE non chiamata? Guardate, il motivo è semplice. In pratica volevo modificare il Blavatar del blog, prendendo un’immagine e cambiandone lo sfondo da chiaro, che la rendeva indistinguibile a 16×16, a scuro. Una cazzata, no? Allora ho detto

Usiamo GIMP, voglio dire, quale modo per iniziare ad usarlo migliore di una cosa così stupida?

Non l’AVESSI MAI DETTO! Diapositiva e poi continuiamo

Un'immagine di Scanty & Stockings con lo sfondo chiaro

Eccovi l'immagine incriminata

Leggi il resto di questa voce